Alitalia Amministrazione Straordinaria

Comunicato per i lavoratori

8 marzo 2012


Al fine di facilitare ed accelerare la soddisfazione creditoria dei lavoratori delle Società del Gruppo Alitalia con crediti già riconosciuti negli stati passivi resi esecutivi,  l’Ufficio Commissariale, onde contemperare le esigenze dei lavoratori con le regole della soddisfazione dei crediti in sede concorsuale, ritiene opportuno favorire il pagamento delle spettanze mediante l’intervento del Fondo di Garanzia INPS, limitatamente agli emolumenti garantiti dal Fondo in parola.

Per agevolare l’intervento del Fondo di Garanzia, anche in considerazione dell’ingente numero dei creditori delle società del Gruppo Alitalia, si è ritenuto opportuno interfacciarsi con l’Istituto previdenziale, allo scopo di definire modalità massive atte a  permettere la liquidazione degli emolumenti.

Come noto, per l’intervento del Fondo sono necessari i seguenti requisiti:

 

-          ammissione del credito in seno allo stato passivo;

-          cessazione del rapporto di lavoro;

 

nonché i seguenti documenti:

 

-          copia autentica dello stato passivo;

-          certificato di non proposta opposizione;

-          modello INPS “TFR 3 bis”.

 

L’Ufficio Commissariale, d’intesa con l’INPS, sta mettendo a punto una procedura “semplificata” volta all’invio massivo dei predetti documenti, limitando il più possibile gli oneri a carico di ogni singolo lavoratore.

Alla luce di quanto sopra il lavoratore, in questa fase, non dovrà compiere alcuna attività, in quanto il procedimento verrà attivato d’ufficio ed una volta definito in tutte le sua sfaccettature con l’INPS, ne verrà data ampia ed esaustiva informativa.

 

Si precisa che il Fondo di Garanzia INPS liquiderà il solo TFR, mentre per gli ulteriori crediti l’eventuale liquidazione avverrà sulla base dei futuri piani di riparto.

Si precisa che per i lavoratori appartenenti alle categorie di seguito indicate sarĂ  necessaria una pre-istruttoria:

 

-         lavoratori con pignoramenti e/o cessioni del quinto dello stipendio;

-         eredi di lavoratori deceduti.

 

Per gli adempimenti necessari, si invitano i Signori creditori delle predette due categorie, a consultare le relative indicazioni sul presente sito della Procedura.

Coloro che hanno giĂ  provveduto ad inviare la documentazione richiesta non dovranno compiere ulteriore attivitĂ  fino a nuove istruzioni. SarĂ , infatti, la Procedura a richiedere, se necessaria, eventuale altra documentazione.

Quanto ai lavoratori esteri, si precisa che non sarĂ  possibile accedere al Fondo di Garanzia INPS, in ragione della natura del contratto di lavoro intercorso e, pertanto, la liquidazione delle loro spettanze avverrĂ  in base ai futuri piani di riparto.